La strada in direzione di Gandria in un’immagine scattata il 28 luglio dell’anno scorso. Poco prima il Ticino era stato colpito da un violento temporale (Tipress)

Clima, la SUPSI ha il suo centro di competenze

Garantirà il coordinamento trasversale delle attività associate alla ricerca applicata, alla formazione e alle prestazioni di servizio nell’ambito del cambiamento climatico

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Con una conferenza stampa tenutasi mercoledì al Campus SUPSI di Mendrisio, è stato presentato il nuovo Centro competenze cambiamento climatico e territorio (CCCT) della SUPSI. Garantirà il coordinamento trasversale delle attività associate alla ricerca applicata, alla formazione di base e continua e alle prestazioni di servizio nell’ambito del cambiamento climatico.

Tra i relatori erano presenti alla conferenza stampa anche rappresentanti del Dipartimento del territorio e dell’Associazione TicinoEnergia, per sottolineare che le sinergie e la collaborazione tra enti pubblici e privati sono fondamentali per lo sviluppo, il consolidamento e la messa in rete delle capacità presenti nel Canton Ticino, con l’obiettivo di mitigare efficacemente il cambiamento climatico e ridurne gli impatti negativi.

Al nuovo Centro, attivo in seno al Dipartimento ambiente costruzioni e design (DACD) della SUPSI, sono impiegati 50 ricercatori che lavorano a circa 80 temi che toccano il cambiamento climatico. Tra questi lo sviluppo di sistemi di sorveglianza e misure integrate di controllo delle zanzare; il monitoraggio del riscaldamento del permafrost nelle Alpi ticinesi; la stima dei potenziali di sfruttamento delle energie rinnovabili e di risparmio energetico e la valutazione quantitativa e qualitativa delle acque superficiali e sotterranee.

Le attività di ricerca sono articolate in tre macro-aree di competenza: studio dei fondamenti scientifici dei cambiamenti climatici; adattamento ai cambiamenti climatici e mitigazione dei cambiamenti climatici.

SP
Condividi