Il direttore del DFE Christian Vitta (© Ti-Press / Elia Bianchi)

Conti pubblici in avanzo

Il preconsuntivo di fine giugno registra poco meno di 90 milioni di franchi in più nelle casse del Canton Ticino

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Un avanzo di 89,8 milioni di franchi per il Cantone. In base al rendiconto intermedio di fine giugno 2019, il Consiglio di Stato ticinese ha preso conoscenza, mercoledì, dell’andamento delle finanze cantonali. L’aggiornamento delle principali voci di spesa e ricavi determina, più precisamente, un avanzo di quasi una novantina di milioni di franchi.

Rispetto al primo aggiornamento intermedio dell’andamento delle finanze cantonali al 30 aprile 2019, il risultato positivo, nota il Governo, aumenta di 16,5 milioni di franchi. Alla tendenza di miglioramento rispetto al preventivo concorrono sia una minore spesa per complessivi 27,4 milioni di franchi, sia maggiori ricavi per 50,6 milioni, tra cui i maggiori introiti di 27,6 milioni di franchi sulla quota sugli utili della BNS, 10,3 di rimborsi delle indennità di Autopostale e 15 milioni delle imposte suppletorie e multe.

L’avanzo d’esercizio che si prospetta per il 2019 contribuirà all’assorbimento delle perdite d’esercizio realizzate negli anni precedenti e quindi a riportare il capitale proprio in cifre positive.

Swing

Per maggiori dettagli:

Conti cantonali in salute

Conti cantonali in salute

Il Quotidiano di martedì 17.09.2019

 
I conti in salute dividono

I conti in salute dividono

Il Quotidiano di martedì 17.09.2019

 
Conti meglio del previsto

Conti meglio del previsto

Il Quotidiano di mercoledì 11.09.2019

 
Condividi