Soddisfazione per tutte le parti coinvolte
Soddisfazione per tutte le parti coinvolte (Città di Lugano)

Cornaredo: "Lavori entro 2021"

La Swiss Football League ha imposto questo termine al FC Lugano per la costruzione del nuovo polo sportivo

I lavori di costruzione del polo sportivo a Lugano dovranno iniziare entro il 2021. La Swiss Football League ha imposto questo termine durante l’incontro con l’Esecutivo cittadino e il Football Club Lugano che ha avuto luogo oggi, martedì. Ulteriori quattro anni di deroga alla società di calcio, dunque, dopodiché il cantiere per il nuovo stadio, che dovrà rispondere a tutti i criteri richiesti dai regolamenti internazionali, dovrà aprire.

"Abbiamo fatto passare un messaggio di serietà e penso anche di unità, assieme al Football Club Lugano, perché abbiamo presentato un piano di azione che risponde alle richieste e alle esigenze della Lega, nel quale abbiamo indicato dei cuscinetti temporali che ci permettono di avere un pochino di agio", ha dichiarato ai nostri microfoni il sindaco della città, Marco Borradori.

"Sono abbastanza soddisfatto, perché si sta sempre meglio quando si è a conoscenza delle cose. Abbiamo visto oggi che c’è la volontà da tutte le parti e si può fare anche più velocemente perché c’è un progetto valido", ha affermato il presidente della squadra, Angelo Renzetti.

CSI/QUOT/ads

FC Lugano entro il 2021 il nuovo stadio

FC Lugano entro il 2021 il nuovo stadio

Il Quotidiano di martedì 29.08.2017

La "Febbre da stadio" a Falò

Giovedì sera alle 21:10 su RSILA1 il settimanale d'approndimento Falò si occuperà anche dei progetti riguardanti la costruzione del nuovo stadio di calcio a Lugano e della nuova pista per l’hockey ad Ambrì. Il servizio "Febbre da stadio" di Maria Roselli e Marco Tagliabue, incentrato sugli aspetti finanziari di tali operazioni, affronterà la questione alla luce delle esperienze  fatte in altre realtà svizzere. Esperienze che insegnano che il rischio di costruire cattedrali nel deserto è reale. L'ospite in studio sarà il presidente dell'HCAP e consigliere agli Stati Filippo Lombardi.

 

Condividi