Lugano ricorda Marco Borradori

Il Quotidiano di giovedì 11.08.2022

"Di Marco Borradori a Lugano è rimasto tanto"

Moltissime persone si sono recate a Palazzo Civico per testimoniare il loro affetto nei confronti del sindaco deceduto un anno fa - Michele Foletti: "Diede un'impostazione alla città, questo ci permise di non perdere la bussola"

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

La città di Lugano ha ricordato oggi, con una cerimonia ufficiale iniziata alle 18.10 a Palazzo Civico, il sindaco Marco Borradori, scomparso esattamente un anno fa a causa di un malore che lo aveva colpito durante una corsa. Il patio è però stato aperto già dal primo mattino, per consentire a chiunque volesse di rivolgere un pensiero a Borradori. Un’occasione sfruttata da moltissime persone, che hanno dimostrato il loro affetto: chi aveva le lacrime agli occhi, chi ha guardato da lontano, chi ha portato una rosa e chi, invece, non ha voluto dire niente.

“A Lugano è rimasto molto di Marco Borradori: lui è diventato sindaco nel 2013 e con lui abbiamo cercato di dare un’impostazione alla città e questo nei giorni successivi alla sua scomparsa ci ha permesso di non perdere la bussola”, ha dichiarato l’attuale sindaco e compagno di partito, il leghista Michele Foletti, ai microfoni della RSI. “Non penso molto ai giorni del ricovero e al decesso: furono giorni sospesi. Ma penso spesso a Marco, era un compagno d'avventura, mi manca e mi manca il confronto con lui“, ha proseguito nell’intervista rilasciata a Il Quotidiano.

Il ricordo di Michele Foletti

Il ricordo di Michele Foletti

Il Quotidiano di giovedì 11.08.2022

 

L’eredità di Borradori

La morte di marco Borradori è stato un evento che ha scioccato e commosso tutto il cantone. Quale eredità, quali ricordi ha lasciato Marco Borradori in chi guida il movimento giovanile della Lega dei Ticinesi? Agata Galfetti lo ha chiesto a Stefano Tonini e Andrea Sanvido - rispettivamente presidente e vicepresidente dei Giovani leghisti.

SEIDISERA dell'11.08.2022: il servizio di Agata Galfetti
SEIDISERA dell'11.08.2022: il servizio di Agata Galfetti
 
Quotidiano/SEIDISERA/Red.MM
Condividi