"Facciamo andare la CO2 giù!"

Manifestazioni in tutto il mondo nel giorno del Black Friday, simbolo del consumismo sfrenato, per chiedere più tutela dell’ambiente. Cortei anche nelle città svizzere, compresa Bellinzona

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Migliaia di studenti in tutto il mondo hanno partecipato venerdì alle manifestazioni "Friday For Future" per chiedere alla politica internazionale una maggiore tutela dell’ambiente e la presa di decisioni che possano mitigare gli effetti del surriscaldamento climatico. Per le strade sfilano e  hanno sfilato soprattutto giovani ma non solo: molti adulti si sono infatti uniti ai cortei.

Onu, nuovo allarme climatico

Onu, nuovo allarme climatico

TG 20 di martedì 26.11.2019

 

La data del 29 novembre è stata scelta perché lunedì prossimo, 2 dicembre, si apre a Madrid l’annuale conferenza sul clima dell’ONU, ma anche perché oggi è la giornata del “Black Friday” dedicata ai super sconti: simbolo del consumismo sfrenato, che per gli attivisti ambientali non è più sostenibile.

 

A dare il la alla protesta sono stati i cortei di Sydney, in Australia, ma manifestazioni si sono svolte ovunque nel mondo. Anche in Svizzera dove sono state sono state organizzate in 18 città, compresa Bellinzona. Un migliaio di giovani si sono riversati per le strade della capitale cantonale gridando "On est plus chaud que le climat" e "facciamo andare la CO2 giù!" per chiedere un futuro diverso, un futuro migliore.

Cop 25 domani al via a Madrid

Cop 25 domani al via a Madrid

TG 20 di domenica 01.12.2019

 
Sciopero per il clima, un green friday

Sciopero per il clima, un green friday

Il Quotidiano di venerdì 29.11.2019

 
ludoC/ATS
Condividi