Faggeta ticinese per l'UNESCO

Depositata ufficialmente una candidatura multinazionale... e un po' valmaggese

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

C'è anche la faggeta inclusa nella riserva forestale delle Valli di Lodano, Busai e Soladino in Vallemaggia, oltre a quella di Bettlachstock nel canton Soletta, fra quelle incluse nella candidatura congiunta di dieci paesi depositata venerdì all'UNESCO. Una candidatura che intende completare un bene già iscritto nel 2007, quello delle "faggete antiche e primarie dei Carpazi e di altre regioni d'Europa". Se la proposta, che aveva ricevuto nel 2016 il via libera del Consiglio federale, sarà accolta dall'organismo dell'ONU, il bene in questione comprenderà 108 boschi in 20 Stati.

La faggeta
La faggeta (canton Ticino)

"Dalla fine dell’ultima glaciazione, il faggio si è infatti diffuso praticamente in tutta Europa partendo da alcuni rifugi isolati nel sud e sud-est. Il successo dell’espansione di questa specie dipende dalla sua capacità di adattarsi a una molteplicità di condizioni climatiche, geografiche e fisiche", si legge nel comunicato del Dipartimento del territorio.

La Valle di Lodano
La Valle di Lodano (canton Ticino)

La candidatura va a premiare anche la lungimiranza dei tre patriziati proprietari da anni impegnati nella conservazione di questo ecosistema.

pon
Condividi