Il consigliere federale Ueli Maurer (Ti Press)

Frontalieri, "negoziati costruttivi"

Il consigliere federale Ueli Maurer ha aggiornato il Governo ticinese sulle trattative con l'Italia per arrivare a un nuovo accordo sull'imposizione fiscale

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Il consigliere federale Ueli Maurer ha incontrato venerdì a Bellinzona il Governo del canton Ticino. Il capo del dipartimento federale delle finanze ha aggiornato il consiglio di Stato sui negoziati con Roma per arrivare a un nuovo accordo sull'imposizione fiscale dei frontalieri italiani. Maurer ha dichiarato che le richieste del Ticino sono state trattate in "maniera costruttiva".

 

L'obiettivo di Berna (e del Canton Ticino) è quello di ottenere una percentuale maggiore sull'imposizione dei frontalieri e rendere meno attrattivi i salari bassi.

Ueli Maurer ha spiegato che, dopo aver concluso l'accordo sulla tassazione dei frontalieri, vorrà risolvere anche la questione dell'accesso al mercato finanziario italiano per gli operatori svizzeri.

Il nuovo accordo fiscale è sul tavolo delle trattative da anni; nei cassetti ministeriali c'è un accordo parafato nel 2015 ma mai firmato. Tre settimane fa però ben due consiglieri federali - Ignazio Cassis prima (in visita in Ticino) e la presidente della Confederazione Simonetta Sommaruga a Roma - hanno dichiarato che la firma ci sarà entro l'anno.

RG 12.00 del 16.10.2020 Svizzera ed Italia: Maurer in Ticino
RG 12.00 del 16.10.2020 Svizzera ed Italia: Maurer in Ticino
M. Ang.
Condividi