Il comitato del nuovo partito
Il comitato del nuovo partito (Tipress)

HelvEthica si lancia nell'arena politica

Il nuovo movimento, che intende correre alle cantonali di aprile, si è presentato mercoledì alla stampa

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Nel panorama politico ticinese si affaccia un nuovo movimento che intende presentarsi alle prossime elezioni cantonali. Si chiama HelvEthica Ticino ed è la sezione al sud delle Alpi di un movimento creatosi in Romandia. Tra i membri alcuni provengono dalla Lega Verde e altri dal gruppo Amici della Costituzione.

Anche HelvEthica alle prossime elezioni

Anche HelvEthica alle prossime elezioni

Il Quotidiano di mercoledì 21.09.2022

 

Si definiscono agguerriti e hanno idee ben precise su svariati temi: diritti, salute e scienza, etica e politica, i media, l'istruzione. Sullo sfondo, una pandemia che, secondo loro, ha calpestato le libertà individuali con lo strumento della paura.

Volete una democrazia partecipativa dove il popolo è e resta sovrano. E proprio il popolo svizzero ha votato non una ma due volte sulle misure anticovid che voi criticate, abbiamo fatto notare a Werner Nussbaumer, membro di HelvEthica.

“La popolazione è stata manipolata per mesi da tutti i massmedia. – ci ha risposto -  Nessuno era dalla nostra parte e quindi è chiaro che questo continuo lavaggio dei cervelli ha creato quello che ha creato. Va però sottolineato che una buona parte della popolazione non ci ha creduto e quindi ha votato con noi”.

Il movimento HelvEthica si definisce senza colore né religione e in favore di un'economia che non sfrutti il pianeta, che rispetti la dignità dei lavoratori e che va rimessa sui binari; solo la politica può farlo. Isa De Luca, coordinatrice del movimento, avete però anche detto che non si può più delegare a politici e governi le decisioni che ci riguardano. Perché allora vi presentate alle elezioni?

“In questo momento non ci sentiamo rappresentati dai politici che fanno politica partitica in questo modo. – ci ha risposto - È chiaro che è importante avere un gioco politico per poter cambiare le cose dall’interno delle istituzioni e per spostare l’interesse della politica sui veri bisogni dell’essere umano”.

Il programma politico c'è, mancano ancora i candidati. L'obiettivo minimo ad aprile è di eleggere 5 persone per formare un gruppo parlamentare. Se i candidati saranno all'altezza, il movimento punterà anche al Consiglio di Stato.

 
Condividi