Quartiere nuovo a Locarno: posizionate le passerelle
Quartiere nuovo a Locarno: posizionate le passerelle (© Foto Tipress)

I laghi continuano a crescere

Il Verbano nel Quartiere Nuovo. Il Ceresio ha intanto iniziato ad invadere i marciapiedi

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Continua a piovere in Ticino e continua a salire il livello del Verbano che oggi, mercoledì, alle 11.00 ha raggiunto un’altezza di 195,91 metri.

A Locarno il lago è esondato ieri in zona lungolago: le acque hanno ora raggiunto il primo isolato del Quartiere Nuovo, tra Via Orelli e Viale Isolino. Le autorità hanno diffuso in mattinata un comunicato indirizzato agli abitanti della zona in cui si consiglia di trasferirsi momentaneamente da parenti o amici; è stato inoltre chiesto di limitare il più possibile l’uso delle canalizzazioni (niente docce o bagno) e di stare alla larga dai quadri elettrici.

 

L’altezza massima dovrebbe essere raggiunta la prossima notte: 196,42 metri (in questo caso verrebbe lambita Piazza Fontana Pedrazzini), il lago dovrebbe poi decrescere. Il Verbano dovrebbe fuoriuscire anche in altri comuni della zona, senza però causare disagi di rilievo.

Le autorità di pronto intervento non si sono fatte trovare impreparate e già da ieri stanno posizionando le passerelle auto galleggianti per permettere di accedere agli stabili abitati.

 

Ceresio sorvegliato speciale

Non smette di crescere pure il Ceresio, che stamane ha raggiunto l’altezza di 271,38 metri. A Lugano in zona lungolago l’acqua ha già cominciato ad invadere i marciapiedi.

 

Nonostante le intense e prolungate precipitazioni abbiano inzuppato il terreno, il rischio che si verifichino grosse frane è però limitato: "Al momento sono gli scoscendimenti più piccoli che ci preoccupano e che possono comunque causare seri danni o disagi”, ha spiegato ai microfoni della RSI il geologo cantonale Giorgio Valenti.

 

Rimane nel frattempo in vigore fino a questa sera l'allerta maltempo di grado 3 (pericolo marcato), emanato da MeteoSvizzera per tutto il Ticino e parte dei Grigioni. L’Ufficio federale dell’ambiente ha dal canto suo innalzato già da ieri l'allerta piene per il lago Maggiore al livello 5 (il massimo); quello per il lago di Lugano è invece fermo a 4 (pericolo forte).

ludoC/CSI

Dal TG20

Dal Quotidiano

Dal TG12.30:

 
Condividi