Il complesso alberghiero residenziale Parkhotel Delta
Il complesso alberghiero residenziale Parkhotel Delta (Ti-Press)

Il TRAM boccia il Delta Resort

Il Tribunale cantonale amministrativo da ragione al Municipio di Locarno: negli appartamenti non si può risiedere tutto l'anno

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

La vicenda sull'ospitalità riservata agli Svizzero tedeschi dalla città di Locarno era finita sui giornali quest'estate, con tanto di polemica ed ampia eco anche oltre San Gottardo. Al centro di tutto il Delta Resort: una cinquantina d'appartamenti che fanno capo al Park Hotel, costruito in una zona di piano regolatore con destinazione turistico-alberghiera. In quegli spazi non si può risiedere tutto l'anno - sostiene il Municipio - ma solo soggiornarvi per periodi limitati. Contro questa interpretazione - e citando a loro favore la procedura edilizia - si battono da tempo i proprietari del complesso. In mezzo ci sono gli inquilini di due appartamenti che avevano chiesto il permesso di domicilio.

Il Municipio ha intimato loro di andarsene perché quella non può essere una residenza né primaria né secondaria.

Costretti ad andarsene

Costretti ad andarsene

Il Quotidiano di martedì 25.09.2018

 

Contro la decisione sono partiti due ricorsi alla volta di Bellinzona, con la richiesta dell'effetto sospensivo accolta dal Consiglio di Stato. Per rendere esecutivo l'ordine di sgombero il Municipio si è opposto all'effetto sospensivo e qualche giorno fa il Tribunale cantonale amministrativo gli ha dato ragione per entrambi i ricorsi. La sospensione della misura non è proporzionale. La sentenza del TRAM - non ancora pubblica - parlerebbe di palese discordanza tra l'uso prospettato degli appartamenti e quanto indica il Piano regolatore. Anche se sul merito dei ricorsi il Governo ticinese deve ancora esprimersi, a Locarno si sorride ma non si commenta. Il legale dei ricorrenti, Fulvio Pelli, ricorda che si tratta di clienti dell'albergo con oltre 70 anni. Parla di forte ingiustizia e di una misura di espulsione resa nuovamente effettiva dal TRAM. Contro la decisione sarà ricorso al Tribunale federale.

Chrome/Quot

Costretti ad andarsene

Costretti ad andarsene

Il Quotidiano di martedì 25.09.2018

Condividi