Il direttore artistico Nicolas Gilliet (Ti-Press)

In Val Calanca risuona il jazz

Il festival nasce dall'esigenza di un ritorno alla normalità - Il direttore Nicolas Gilliet: "Era da troppo che non si ascoltava musica dal vivo"

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

L'allentamento delle misure contro il coronavirus ha ridato fiducia agli organizzatori di eventi. Tanto che sono nate anche nuove iniziative, come il Calanca Jazz Festival che si terrà questo weekend. Un segnale dell'esigenza di un ritorno alla normalità poiché "era da troppo tempo che non si ascoltava musica dal vivo", sottolinea il direttore artistico Nicolas Gilliet.

"L'idea nasce in un modo abbastanza semplice e spontaneo, mettendo insieme la passione di un paio di amici", spiega. L'evento si svolgerà all'aperto, nella cornice naturale del comune di Rossa. "Vogliamo fare qualcosa di diverso, in un luogo diverso coinvolgendo tutta la valle".

Comune di Rossa
Comune di Rossa (rossa.ch)

Sarà un festival regionale (con mercatino artigianale, presenza dei club vallerani e materiali locali), ma anche internazionale. I musicisti arriveranno da varie parti del mondo, come James Andrews che giungerà in Calanca da New Orleans.

I concerti, gratuiti ma con al massimo 1'000 spettatori, si terranno anche col brutto tempo: "The show must go on", conclude Nicolas Gilliet.

Gis
Condividi