L'appaltopoli retica coinvolgeva pure aziende specializzate nell'asfaltatura delle strade (@Archivio Ti-Press)

"Inchiesta chiusa, quadro chiaro"

Il Governo retico reagisce all'appaltopoli grigionese - Mario Cavigelli: tratteremo con le ditte per recuperare quanto pagato in eccesso

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Il Consiglio di Stato grigionese ha preso atto che, con la comunicazione di martedì mattina della Commissione della concorrenza (COMCO), si è conclusa l’inchiesta sull’appaltopoli grigionese e ora si ha un quadro davvero completo della situazione. Lo ha spiegato a Coira Mario Cavigelli, direttore del Dipartimento cantonale costruzioni, trasporti e foreste.

Il consigliere di Stato ha ricordato che il cantone era “direttamente coinvolto in quattro filoni sui dieci che conta l’indagine aperta nel 2012”, evidenziando che alla luce delle ultime decisioni, soprattutto quelle relative alle strade, si conferma come giusta la scelta degli accordi extragiudiziali siglati “per regolare le pendenze con alcune aziende coinvolte”. Le autorità grigionesi tenteranno di trovare un’intesa anche con altre imprese, al fine di recuperare una parte di quanto pagato in eccesso ed evitare la prescrizione.

Del resto, ha spiegato il capo del Dipartimento più coinvolto, per il solo caso "relativo alla costruzione stradale abbiamo potuto trovare degli accordi di risarcimento con 9 ditte, come già comunicato a giugno. I risarcimenti ammontano a circa 6 milioni di franchi". Mario Cavigelli ha poi spiegato che, se da un lato "è comprensibile chiedersi se il cantone poteva fare di più", dall'altro va ricordato che vanno rispettate le procedure formali, senza contare che a tale domanda risponderà "un'inchiesta amministrativa ancora in corso". Gli accertamenti permetteranno di capire "se c'erano indizi o se ci sono altri aspetti da chiarire e se allora i processi erano adeguati e si potevano riconoscere prima intese su prezzi o anomalie. Questi risultati però ancora non li abbiamo".

RG 12.30 del 03.08.19: la corrispondenza di Gianpaolo Driussi
RG 12.30 del 03.08.19: la corrispondenza di Gianpaolo Driussi
 

La notizia delle nuove multe emesse dalla COMCO ha naturalmente suscitato ampie reazioni nei Grigioni. La Società retica degli impresari costruttori che, nel caso della Bassa Engadina, avrebbe facilitato le intese cartellari, sottolinea di non essere toccata da queste ultime inchieste.

Asfaltopoli retica, la posizione di Stefan Engler

Asfaltopoli retica, la posizione di Stefan Engler

Il Quotidiano di mercoledì 04.09.2019

 
Asfaltopoli grigionese, altre multe

Asfaltopoli grigionese, altre multe

TG 12:30 di martedì 03.09.2019

 
EnCa-RS/TG/RG
Condividi