Indennità per disoccupati over 60

Se n'è parlato nell'incontro di mercoledì tra la deputazione ticinese a Berna e il Consiglio di Stato; al centro della discussione anche i rapporti con l'Italia

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Indennità ponte per i disoccupati con più di 60 anni e rapporti con l’Italia. Questi i due temi centrali sul tavolo del primo incontro della nuova deputazione ticinese alle camere federali e il consiglio di Stato, in vista della sessione primaverile del parlamento.

Creare i presupposti per il reinserimento nel mondo professionale dei disoccupati over 60, che hanno perso il diritto alle indennità, fa parte della strategia nazionale del consiglio federale. Tuttavia, nei casi in cui questo non fosse possibile, Berna propone di istituire una rendita ponte per evitare che queste persone finiscano nella povertà. Un progetto importante di cui si è discusso durante l’incontro odierno a Bellinzona.

L’altro argomento cruciale della giornata sono stati i rapporti con l’Italia. Il Governo ticinese ha informato la deputazione in merito allo studio che valuta le conseguenze di un'eventuale disdetta unilaterale dell'accordo sulla fiscalità dei frontalieri. Nell’incontro sono state discusse pure le problematiche legate a Campione d'Italia, sottolineando i problemi relativi al mancato pagamento dei debiti dell’enclave al canton Ticino e al conseguente blocco di una parte dei ristorni.

I deputati e i ministri hanno pure sottolineato l’importanza del rafforzamento a Berna del plurilinguismo all'interno del segretariato grazie a una nuova nomina italofona che si occuperà della deputazione ticinese, di quella del Grigioni italiano e dei rapporti con l'Italia.

Il Quotidiano/PSo
Condividi