Un'infermiera prepara il vaccino aspirandolo in una siringa
Un'infermiera prepara il vaccino aspirandolo in una siringa (© Ti-Press)

Influenza, poche vaccinazioni

Il numero degli operatori sanitari ospedalieri che si sottopone alla vaccinazione è troppo basso

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Sono troppo pochi  gli operatori sanitari ospedalieri che si sottopongono alla vaccinazione contro l'influenza.  Il risultato è che tra i 100 e i 300 pazienti l'anno muoiono per le conseguenze di questa malattia stagionale.

L'Ufficio federale della sanità pubblica sostiene che in media solo il 19% del personale ospedaliero è vaccinato e che bisognerebbe arrivare almeno al 50% per limitare gli effetti piu' gravi del contagio. Anzi: l'ideale sarebbe arrivare al 70%.

"L'influenza viene un pò banalizzata, anche dagli operatori sanitari stessi", dice il dottor Carlo Balmelli, membro del gruppo nazionale che si occupa delle infezioni ospedaliere.

Di obblighi comunque non ne sono previsti. La via intrapresa dall'Ufficio federale della sanità, e questo anche per i visitatori all'interno degli ospedali, è quella della sensibilizzazione.

CSI/redMM

Condividi