Affidato l'appalto, in estate ripartono i lavori
Affidato l'appalto, in estate ripartono i lavori (© Tipress)

La Salini se ne va

Rescisso il contratto; la tratta italiana della Stabio-Arcisate non sarà pronta neppure per fine 2016

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

La tratta italiana della ferrovia Stabio-Arcisate non sarà, per il momento, conclusa. Rete ferroviaria italiana (RFI) ha infatti deciso di rescindere il contratto con la società costruttrice, la Ingegner Claudio Salini, ed di indire una nuova gara di appalto.

La decisione, si legge in un comunicato inviato oggi (martedì) da RFI, è “dettata dall’impossibilità di individuare condizioni percorribili e condivise”  con la Salini, che ha chiesto 52 milioni di euro aggiuntivi per proseguire i lavori. Un adeguamento dei costi respinto al mittente e definito da Rete ferroviaria come “inaccettabile” e “al di fuori di ogni consentita e ragionevole gestione dei fondi pubblici con cui l’opera viene realizzata”.

Il contratto è stato risolto per mutuo consenso. I lavori, diretti da una nuova società, dovrebbero poter ricominciare alla fine dell’estate prossima. Questo però significa che, dopo oltre cinque anni di lavori,  la tratta italiana della ferrovia che collegherà Mendrisio con Malpensa non sarà pronta neppure a fine 2016, come finora promesso dalle autorità d’oltre confine. Sul versante svizzero, invece, i lavori sono pressoché conclusi.

CSI/Red.MM

Dal Quotidiano:

Condividi