I controlli di polizia a tappeto hanno permesso di arrestare i due presunti ladri sull'A2 (Archivio Ti-Press)

Ladri seriali in manette

I due arrestati sull'A2 sono giovani marocchini sospettati di numerosi furti in Ticino e altri cantoni

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

I due arrestati lunedì mattina con l’operazione avvenuta sull'A2, tra Bellinzona e il Monte Ceneri, sono due cittadini marocchini residenti in Italia di 24 e 26 anni. Sono stati fermati poco prima delle 11.30 nell’area di servizio di Galbisio, mentre sull’autostrada è stato organizzato un dispositivo di controllo con blocchi stradali che ha consentito di avere sotto controllo gli assi di transito verso Chiasso.

PP 12.00 dell'08.10.2018: Operazione di polizia
PP 12.00 dell'08.10.2018: Operazione di polizia

Lo rendono noto lunedì il Ministero pubblico, la polizia cantonale e le Guardie di confine, precisando che l’operazione odierna deriva da un lavoro d’indagine svolto nel corso dell’ultimo mese che ha permesso di evidenziare come i due, insieme ad altri complici, siano i presunti autori di vari furti in locali pubblici e attività commerciali ticinesi, soprattutto nel Luganese e nel Bellinzonese, oltre che in altri cantoni.

La perquisizione della loro vettura ha del resto consentito di rinvenire quello che potrebbe essere il probabile bottino di un’azione criminale. Le ipotesi di reato mosse nei loro confronti sono furto, danneggiamento e violazione di domicilio.

A coordinare l’indagine è il procuratore pubblico Zaccaria Akbas, il quale dovrà anche chiarire le eventuali responsabilità dei due arrestati in relazione ad altri furti in negozi e ristoranti avvenuti in Ticino e in altre zone della Svizzera.

Condividi