(©Ti-Press/Gabriele Putzu)

Lavoro e dogane a rischio

Sono i temi affrontati durante il consueto incontro tra la deputazione ticinese alle Camere e il Governo ticinese

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

La deputazione ticinese è pronta a rilanciare il tema dei contratti normali di lavoro. È quanto è emerso mercoledì a Bellinzona durante il consueto incontro con il Governo ticinese, dove si è discusso di lotta agli abusi salariali, padroncini e distaccati.

In marzo sui banchi del Consiglio nazionale arriva infatti la revisione della legge sui distaccati, con una proposta di inasprimento delle sanzioni per chi fa il furbo. Una modifica che, per l’Esecutivo cantonale, è un passo nella giusta direzione. La multa massima – ricordiamo – potrebbe lievitare da 5 a 30mila franchi.

Nel corso della riunione si è inoltre discusso la questione della possibile chiusura - per ragioni di risparmio - della dogana commerciale di Ponte Tresa. Se ne parlerà in un incontro tra la deputazione e il ministro delle finanze Ueli Maurer in programma il 9 marzo prossimo.

SP

Dal Quotidiano:

Condividi