Per arginare la fuga di cervelli

Il Quotidiano di lunedì 20.02.2017

Lotta alla fuga di cervelli

Il cantone vara il programma Estage per creare un legame tra l’economia e i ticinesi che studiano a nord delle Alpi

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

I giovani, nella cui formazione il cantone ha investito, sono una risorsa da non lasciarsi scappare. Il problema è che raramente, quelli che hanno lasciato il Ticino per completare gli studi accademici al di là delle Alpi, hanno occasione di entrare in contatto con le imprese della loro terra d’origine che potrebbero impiegarli. Una situazione alla quale intende porre rimedio la piattaforma Estage, presentata oggi, lunedì, dal direttore del DFE Christian Vitta e dal coordinatore di coordinatore di OltreconfiniTi Mattia Bertoldi.

L’iniziativa, una prima a livello svizzero, è nata su richiesta dell’Associazione studenti ticinesi a Zurigo fattasi, in qualche modo, portavoce degli oltre 4'000 giovani che frequentano gli atenei d’Oltralpe. La piattaforma, attivata circa un mese fa, conta già una cinquantina di offerte di stage estivi (remunerati) nelle aziende e in alcuni servizi dell’amministrazione pubblica. Gli impieghi proposti variano da uno a tre mesi a tempo pieno o parziale.

La piattaforma sarà raggiungibile (appena stata completamente risolta la panne informatica che blocca il sito del cantone da lunedì mattina) all’indirizzo www.ti.ch/oltreconfiniti.

Diem/CSI/Quot

Condividi