La chiesa di san Rocco in un'immagine scattata questa mattina (©RSI)

Lutto cittadino a Como

La città scossa dall'uccisione di un prete impegnato in progetti di accoglienza, l'autore del delitto è uno straniero con vari decreti di espulsione alle spalle

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

È stato proclamato il lutto cittadino a Como per l'uccisione martedì mattina di Don Roberto Malgesini, impegnato nell'aiuto ai migranti, a pochi passi dalla chiesa di S. Rocco. Il presunto autore del delitto si è già costituito ai carabinieri.

Si tratterebbe, scrive l’agenzia stampa ANSA, di uno straniero di 53 anni, con vari decreti di espulsione alle spalle dal 2015. L'uomo era senza fissa dimora, ospite di un dormitorio in città e ritenuto una persona con problemi psichici.

Nel corso della mattinata non sono mancate le manifestazioni di cordoglio. In tanti, moltissimi di origine straniera, con gli occhi lucidi, sono arrivati con il passare delle ore davanti alla parrocchia nella piazza di San Rocco a Como, dove ha avuto luogo il delitto.

La vicenda ricorda da vicino quanto avvenuto a Ponte Chiasso nel 1999: l’uccisione di Don Renzo Beretta, impegnato in progetti di accoglienza e anche lui ucciso da un migrante.

Prete accoltellato a Como

Prete accoltellato a Como

TG 12:30 di martedì 15.09.2020

 
ANSA/RG/SP
Condividi