La sede del Gran Consiglio grigionese (©Ti-Press)

Meno imposte per le imprese

Il Governo retico ha licenziato il messaggio per attuare la "Riforma fiscale e finanziamento dell'AVS" - Sgravi anche per i lavoratori

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Il Consiglio di Stato retico ha licenziato lunedì il messaggio per l'attuazione della “Riforma fiscale e finanziamento dell'AVS”. Tra le misure proposte, sottolinea l’Esecutivo in una nota, figura soprattutto una riduzione dell'aliquota d'imposta sull'utile per le persone giuridiche dal 5,5 al 4%.

Nel messaggio al Gran Consiglio che ne discuterà ad agosto, vengono chiariti i provvedimenti proposti per adeguare la normativa cantonale a quella federale, che entrerà in vigore il 1° gennaio del 2020.

La riduzione dell'aliquota, in particolare, genererà perdite di circa 10 milioni di franchi all'anno sia per il cantone, sia per i comuni. Perdite che verranno tuttavia compensate parzialmente con l'incremento della quota dell'imposta federale diretta che la Confederazione riversa ai cantoni, ricorda il Governo.

Nel pacchetto sono compresi anche sgravi per le persone fisiche e, in particolare, i lavoratori. Ciò tramite l'aumento a 3'500 franchi delle spese professionali deducibili.

Riforma fiscale, la proposta grigionese

Riforma fiscale, la proposta grigionese

Il Quotidiano di lunedì 17.06.2019

 
bin
Condividi