Neve in abbondanza nelle valli

Le strade dell'Alto Ticino e del Moesano sono innevate mentre la pioggia ha dominato la scena più a sud; interrotta la linea tra Camedo e Domodossola

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Sono abbondanti le nevicate che hanno imbiancato nella notte di venerdì le valli superiori ticinesi. L’autostrada A2 è totalmente ricoperta di neve salendo da Lavorgo fino ad Airolo e lo stesso vale, in altitudine, per le strade cantonali dell'Alto Ticino e del Moesano. E infatti dalle telecamere del cantone si osserva un manto bianco sull'autostrada A2 nella parte alta del Ticino, appunto dallo svincolo di Biasca verso le vallate.

 

L'alta Valle Maggia ha registrato fino a mezzo metro di neve, mentre nell'alto Moesano sono caduti fino a una trentina di centimetri; il manto bianco nel Sopraceneri ha rivestito anche il fondovalle, rispettando le previsioni, e la neve ha imbiancato pure Cevio e Biasca.

 

Più a meridione il clima ha offerto nelle ultime ore piogge intense e qualche temporale, come è accaduto in alcune zone del Luganese. Secondo MeteoSvizzera le precipitazioni – fatta eccezione per le regioni orientali – dovrebbero diminuire ed è previsto infatti un graduale passaggio a tempo asciutto, con il limite delle nevicate che si situerà tra 800 e 1'000 metri.

 

Il livello di allerta, dopo mezzogiorno, è stato ridotto al grado 2 nelle valli superiori del Sopraceneri e nelle regioni della Bregaglia e di Poschiavo. Giovedì sera intanto è stato diramato un allarme valanghe per il territorio alpino e di grado marcato per l'Alta Engadina e l'alta Valle Maggia.

La polizia cantonale ha confermato alla RSI che sulle strade non si sono registrati disagi particolari visto che molti automobilisti hanno già montato l’equipaggiamento invernale. Va ricordato in proposito che da oggi, 15 novembre, in molte province della Lombardia le gomme da neve (o le catene a bordo) sono obbligatorie fino al 15 aprile 2020 e per chi viene pizzicato ancora con i soli pneumatici estivi le sanzioni sono decisamente salate.

È stata interrotta la linea internazionale tra Camedo e Domodossola. La Ferrovia Vigezzina-Centovalli ha riscontrato problemi alla linea di contatto, a causa della pesantezza della neve caduta nella notte, rendendo impossibile la circolazione sulla tratta italiana. I treni regionali tra Locarno e Camedo circolano regolarmente.

In arrivo un weekend "da caminetto"

Marco Gaia di MeteoSvizzera ha spiegato dal canto suo che se nelle "prossime ore sono ancora possibili rovesci sparsi che nel Sopraceneri cadranno sotto forma di neve fin verso il fondovalle", l'aria umida da sud che durante il weekend investirà la Svizzera italiana offrirà ancora altre precipitazioni e nevicate oltre il limite degli 800-1'000 metri. "Tendenzialmente sarà un fine settimana da caminetto", ha rimarcato Gaia, durante il quale il sole sarà ben poco presente.

La neve in Ticino

La neve in Ticino

Il Quotidiano di venerdì 15.11.2019

 
 
 
EnCa/PK
Condividi