Spagna, quarantena obbligatoria

Il Quotidiano di giovedì 06.08.2020

"Non posso visitare mia nonna"

La quarantena in caso di rientro dalla Spagna compromette gli spostamenti di numerosi membri della comunità iberica in Ticino

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

La decisione federale di inserire da sabato 8 agosto la Spagna nella lista dei paesi a rischio non è priva di conseguenze famigliari e lavorative: la quarantena obbligatoria in caso di rientro in Svizzera compromette infatti gli spostamenti di numerosi membri della comunità spagnola in Ticino.

"La notizia non mi ha sorpreso e non mi ha rallegrato, perché non è positiva, ma è così - racconta Heliodor, 27enne e montatore fotovoltaico, ai microfoni della RSI - Non posso andare a trovare mia nonna, che non sta molto bene. Volevo anche andare a trovare mio fratello che compie gli anni, e penso che siano questi i momenti importanti della vita".

La quarantena ha conseguenze anche sul diritto di perdita di guadagno, che non riguarda però chi si trova ora nel paese, come ribadito dalle autorità federali, ma solo chi si recherà nella Spagna continentale dopo l'8 di agosto. "Con il lavoro che faccio devo dare la disponibilità - prosegue Heliodor - e se dovessi andare in Spagna per poi fare la quarantena... questo non è fattibile".

La signora Forni, invece, si trova ora a Salamanca per motivi famigliari. Il suo rientro è previsto proprio questo sabato, e per il futuro rimangono tanti interrogativi. "C'è preoccupazione, mia madre è malata, e probabilmente non potrò recarmi in Spagna come prima".

Non mancano poi le preoccupazioni dal punto di vista economico. Conclude Heliodor: "La Spagna ha già dei problemi economici, e questa situazione del coronavirus potrebbe peggiorare le cose".

QUOT/Bleff
Condividi