Immagine d'archivio (©Tipress)

Permessi falsi alla sbarra

Il 26 agosto si aprirà il processo ai protagonisti dello scandalo che nel febbraio del 2017 travolse l’Ufficio della migrazione

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Si terrà il 26 e il 27 agosto prossimi il processo contro i protagonisti dello scandalo dei permessi falsi, scoppiato nel febbraio del 2017. A presiedere la Corte delle Assise Criminali sarà il giudice Mauro Ermani.

Quattro gli imputati (tutti a piede libero) che compariranno alla sbarra: da un lato il titolare della Aliu Big Team di Bellinzona e il fratello; dall’altro un ex impiegato della Migrazione e la compagna, che in precedenza era stata alle dipendenze dello stesso ufficio.

Il caso riguarda – come noto – un giro di permessi fasulli, che l’impresario acquistava dal funzionario per poi rivenderli agli operai stranieri intenzionati a lavorare in Svizzera. Il primo dovrà rispondere innanzitutto del reato di corruzione attiva. L’ex statale di corruzione passiva. Meno pesante la posizione degli altri due. Anche per loro la procura chiederà comunque pene comprese tra i due e i cinque anni di carcere.

A processo per i permessi falsi

A processo per i permessi falsi

Il Quotidiano di giovedì 16.05.2019

 
Francesco Lepori
Condividi