Un'immagine promozionale che ha innescato un'ondata di polemiche (twitter/TheFashionLaw)

Plein, petizione di protesta

Già 1'600 firme raccolte dal gruppo donne USS Ticino e Moesa contro la discussa campagna pubblicitaria del noto stilista

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Una petizione che ha finora raccolto quasi 1'600 sottoscrizioni. È la protesta lanciata dal gruppo donne USS Ticino e Moesa, con il Coordinamento donne della sinistra, contro l'ultima discussa campagna pubblicitaria di Philipp Plein.

"L'immagine utilizzata sfrutta il dramma del femminicidio" e "ieri era proprio la Giornata internazionale contro la violenza sulle donne... Non ci va assolutamente bene: ricordiamo che solo in Ticino gli interventi della polizia per violenza domestica sono più di mille all'anno. Per cui non possiamo abbassare la guardia", ha dichiarato lunedì con riferimento alla sottoscrizione Pepita Vera Conforti, copresidente del Coordinamento donne della sinistra.

Le immagini della pubblicità, rimossa sabato sera dal comune di Milano, mostrano una sorta di serial killer mascherato che uccide una donna. La petizione invita il cantone e il comune di Lugano a richiedere all'azienda di Plein la rimozione di qualunque immagine di omicidio nei propri negozi e sui propri siti.

CSI/ARi

1500 firme contro Plein

1500 firme contro Plein

Il Quotidiano di lunedì 26.11.2018

Condividi