Così fra otto anni se i tempi saranno rispettati (tipress)

Polo sportivo, le tappe

Si comincia al Maglio, lo stadio verrà costruito per il 2025, prima quello provvisorio. I contenuti privati seguiranno

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

"Questo anno da adesso in avanti lo sfrutteremo per costruire i nuovi campi al Maglio, fondamentali perché senza lo spostamento dei campi al Maglio non potremo iniziare il cantiere a Cornaredo": il capodicastero cultura, sport ed eventi Roberto Badaracco introduce così i lavori che partiranno dopo le vacanze natalizie per la realizzazione del nuovo Polo sportivo e degli eventi di Lugano, approvato domenica in votazione popolare dal 56,8% dei cittadini.

Si parte da qui
Si parte da qui (lugano.ch)

Il CSMA, la nuova struttura a nord della Città per la quale il Municipio ha richiesto un credito di 37,2 milioni di franchi, prevede all'interno di un parco con percorso pedonale e collegamenti alla rete ciclabile la costruzione di quattro campi di cui tre sintetici e di uno stabile su tre livelli per i servizi annessi. Dopo la fase preparatoria, una prima tappa scatterà in aprile e si concluderà nel giugno del 2023. Il completamento con il quarto campo, l'autorimessa e gli spogliatoi è in calendario per il luglio del 2024.

La tribuna Monte Brè sarà demolita e sarà realizzato uno
La tribuna Monte Brè sarà demolita e sarà realizzato uno "stadio provvisorio" (tipress)

Anche a Cornaredo ci vorranno lavori preliminari, che comprendono la demolizione della tribuna Monte Brè e la realizzazione di quella provvisoria e degli spogliatoi temporanei. Il PSE sarà quindi realizzato in tre fasi che si intersecano nel tempo.

La priorità ai contenuti sportivi (2023-2026)
La priorità ai contenuti sportivi (2023-2026) (lugano.ch)

La precedenza sarà data ai contenuti sportivi: lo stadio - che rispetto a quello attuale sarà spostato verso il fiume - sorgerà nel periodo 2023-2025, mentre il palazzetto dello sport sarà costruito fra il 2024 e il 2026. Ci vorranno quindi cinque anni dal voto per vedere pronte entrambe le strutture al passo con i tempi che le società sportive locali reclamano da tempo.

La seconda tappa con i contenuti complementari (2024-2026)
La seconda tappa con i contenuti complementari (2024-2026) (lugano.ch)

Nel frattempo, nel 2025, sarà scattata la realizzazione dei contenuti supplementari, ovvero le due torri, una delle quali ospiterà in affitto l'amministrazione comunale, il blocco servizi dove troverà posto pure la polizia, gli spazi esterni come il parco e l'edificio sud con gastronomia e contenuti commerciali. Questa tappa terminerà secondo le previsioni nel 2028.

La terza tappa, quella con i contenuti privati, sarà realizzata dal 2026 al 2028
La terza tappa, quella con i contenuti privati, sarà realizzata dal 2026 al 2028 (lugano.ch)

Quanto ai contenuti privati, il loro turno verrà dal 2026 al 2029. Ci sono ricorsi pendenti, come per la viabilità che pure muterà. "Sono indipendenti dal polo sportivo", afferma la capodicastero immobili Cristina Zanini Barzaghi, "che potremo realizzare sia con le strade attuali che con quelle future. Per la residenza ci sarà tutto il tempo per adeguarsi", spiega, ricordando che "il 65% dei contenuti è pubblico".

RG 07.00 del 29.11.2021 Il servizio di Romina Lara
RG 07.00 del 29.11.2021 Il servizio di Romina Lara
 

E se il Movimento per il socialismo all'origine del referendum promette di vegliare "su quanto non andrà" nell'esecuzione del progetto, proprio la viabilità è destinata a rimanere uno degli aspetti caldi: "Abbiamo fatto ricorso contro la strada a quattro corsie che taglierà in due il grande spazio pubblico dedicato allo sport, siamo in attesa della sentenza", ricorda Chiara Lepori dell'Associazione traffico e ambiente. "Ci aspettiamo che la Città dica al Cantone che bisogna trovare un'altra soluzione", dice dal canto suo il capogruppo dei Verdi Nicola Schönenberger.

Per saperne di più:

Il PSE sul sito della Città di Lugano

RG/pon
Condividi