La sospensione dei campionati non è un'ipotesi (Ti-Press)

"Ridicolo l'atteggiamento del Locarno"

Il presidente della FTC Fulvio Biancardi commenta duramente quanto accaduto sabato sera: "Servono sanzioni pesantissime"

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Fulvio Biancardi, presidente della Federazione ticinese di calcio, non ha usato mezzi termini per descrivere la rissa avvenuta sabato sera durante la partita Semine - Locarno di terza lega: "Si tratta di calcio degli irresponsabili. Non è la Federazione ad essere messa in gioco, ma il comportamento di squadre e società che non sono in grado di gestire la situazione".

Biancardi ritiene inoltre particolarmente fuori luogo il comportamento delle Bianche Casacche: "Il Locarno ha protestato perché l'arbitro, a mio modo di vedere a giusta ragione, ha deciso di sospendere la partita. Una scelta inevitabile dopo quello che è successo. L'atteggiamento del Locarno è ancora più ridicolo a questo punto".

Quello accaduto nel Bellinzonese non è tuttavia un avvenimento inatteso: "I segnali nelle prime giornate hanno fatto capire che ci sarebbe stata una deriva importante. Spero sia l'ultimo episodio di questa gravità. Le sanzioni da prendere dovranno essere eque ma pesantissime, perché questo cose sono inaccettabili. Anche contro le società".

In altre circostanze si era parlato di una possibile sospensione dei campionati regionali. Questa volta c'è però una differenza netta: "Una sospensione potrebbe entrare in linea di conto se vi sono atti contro gli arbitri. In questo caso sarebbe un peccato punire altre squadre per il comportamento di queste due".

Pesanti sanzioni in vista per la rissa

Pesanti sanzioni in vista per la rissa

Il Quotidiano di domenica 19.09.2021

 
CSI/FD
Condividi