Dogana Ponte Faloppia (Seseglio) (©Ti-Press)

Riflettori sui valichi secondari

Gli Stati non intendono archiviare la mozione della leghista Roberta Pantani che chiedeva la chiusura notturna

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

I recenti colpi ai danni dei bancomat nel Mendrisiotto con l'uso di esplosivo (l'ultimo è avvenuto l'11 maggio) non hanno lasciato indifferente il Consiglio degli Stati che giovedì, su proposta del "senatore" PPD Filippo Lombardi, ha deciso di non archiviare la mozione della leghista Roberta Pantani per la chiusura dei valichi di frontiera secondari durante la notte.

 

L'atto parlamentare della consigliera nazionale, inoltrato nel 2014 e accolto dal Parlamento, aveva spinto il Consiglio federale a chiudere per alcuni mesi nel 2017 diverse dogane di frontiera ticinesi.

Una decisione che aveva sollevato aspre critiche da parte del Governo italiano, che aveva convocato l'ambasciatore svizzero, Giancarlo Kessler, per chiarimenti.

ATS/bin
Condividi