Parziale veduta del quartiere montano (Ti-Press)

"Salva Monte Brè" insorge

Il Municipio di Locarno non ha pubblicato la zona di pianificazione. L'associazione: "È un favore al mega resort"

Botta e risposta infuocate mercoledì fra il Municipio di Locarno e l'associazione Salva Monte Brè: al centro della diatriba, la mancata pubblicazione della zona di pianificazione del quartiere entro fine settembre, come promesso a luglio dall'Esecutivo. Un ritardo che, secondo l'associazione, potrebbe giocare a favore del mega resort contro il quale sono state raccolte più di 1'800 firme.

Un sit-in dell'associazione a marzo scorso
Un sit-in dell'associazione a marzo scorso (Ti-Press)

La promotrice del progetto immobiliare, la svittese Augur Invest AG, aveva anticipato che a inizio del mese di ottobre avrebbe presentato la domanda di concessione edilizia. Fondamentale quindi, per gli oppositori al progetto, che l'introduzione di una zona di pianificazione venga definita prima, altrimenti  l'impatto giuridico contro la costruzione risulterà notevolmente affievolito.

Il sindaco di Locarno Alain Scherrer
Il sindaco di Locarno Alain Scherrer

L'associazione lascia intendere che il Municipio di Locarno stia volutamente temporeggiando a favore del resort. Accuse che il sindaco Alain Scherrer rispedisce al mittente: "L'accusa è grave e ingiustificata perché ci stiamo avvalendo del pianificatore e di una consulenza giuridica specialistica. Sappiamo che il Municipio potrà comunque emanare una decisione sospensiva a salvaguardia della pianificazione nel caso una domanda dovesse essere presentata. Cosa di cui assicuro non siamo assolutamente a conoscenza. Abbiamo lo stesso obiettivo di Salva Monte Brè, ovvero la salvaguardia del nostro territorio".

Secondo Sandro Rusconi, membro del comitato Salva Monte Brè, è fondamentale non allentare la pressione: "Rappresentiamo come associazione un bel numero di cittadini che concordano sulla problematica di questa assurda speculazione. Non facciamo questa pressione per niente, ma per avere delle risposte chiare, cosa che finora non abbiamo ottenuto".

Botta e risposta a Locarno per il progetto Brè

Botta e risposta a Locarno per il progetto Brè

Il Quotidiano di mercoledì 02.10.2019

 
CSI/Bleff
Condividi