Tempi duri in vista...
Tempi duri in vista... (©Ti-Press)

Scuola ticinese bacchettata

In matematica, lettura e scienze naturali risultati inferiori alla media svizzera, secondo PISA 2012

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

I giovani ticinesi si situano sotto la media elvetica per competenze acquisite in matematica, lettura e scienze naturali. Lo ha stabilito l’indagine PISA per la valutazione internazionale dell’allievo, svolta in Ticino nel 2012 che ha coinvolto 1’081 studenti, tra i 14 e 17 anni.

Stando ai dati raccolti, i punteggi ottenuti sono in linea con quelli dei rilevamenti precedenti ma, su un confronto intercantonale, i dati ticinesi risultano quasi sempre tra i più bassi. Una situazione che, scrive il DECS in una nota, “conferma la necessità di agire con riforme incisive per migliorare i risultati”, pur mantenendo i principi di equità e inclusione degli allievi. Entro fine anno verranno presentate alcune proposte in questo senso.

Percentuali di allievi secondo il livello di competenza in matematica
Percentuali di allievi secondo il livello di competenza in matematica (DECS-RSI)

Promossa dall’Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico (OCSE), PISA valuta ogni tre anni il livello di istruzione degli adolescenti dei principali paesi industrializzati. I dati  svizzeri son già stati resi noti un anno fa, e si confermano superiore alla media OCSE. Il comunicato inviato oggi (martedì) dalle autorità ticinesi, mette però a confronto i risultati nazionali con quelli del cantone.

Sindacati, “bisogna investire”

I sindacati invitano le autorità ticinesi a voler prestare maggior attenzione al settore scolastico. In un comunicato, il VPOD sottolinea che “i risultati regionali e cantonali PISA 2012 confermano l'assoluta necessità di investire maggiormente nella scuola dell'obbligo in Ticino, visti i risultati inferiori alla media svizzera degli allievi ticinesi”.

 

LudoC./bin

 

Per saperne di più:

- Il comunicato delle autorità ticinesi

Condividi