Seimila galline abbattute

La malattia di Newcastle ha colpito un allevamento nel Luganese, dove è stata stabilita una zona di sorveglianza

Il caso di malattia di Newcastle rilevato la scorsa settimana ha colpito un allevamento del Luganese con circa 6'000 galline ovaiole, secondo quanto riferito lunedì dall'Ufficio del veterinario cantonale, che ha ribadito come non vi sia pericolo per l'uomo di contagio, anche in caso di consumo di carne e uova.

La zona di protezione (rosso) e quella di sorveglianza (giallo)
La zona di protezione (rosso) e quella di sorveglianza (giallo)
La malattia è molto contagiosa tra volatili
La malattia è molto contagiosa tra volatili (polizia cantonale)

L'azienda è stata messa sotto quarantena e tutti gli animali sono stati abbattuti nel corso del pomeriggio per evitare ulteriori contagi. Per sicurezza sono state anche stabilite una zona di protezione e una di sorveglianza attorno al focolaio, con diverse limitazioni per quanto riguarda il trasporto e la macellazione di volatili. Le misure decise resteranno in vigore almeno fino al 15 dicembre.

Manor ha nel frattempo ritirato per precauzione tutti i prodotti dell'azienda colpita dagli scaffali delle filiali ticinesi, mentre altri grandi distributori, secondo quanto dichiarato, non si rifornivano dall'allevamento in questione.

sf

Epizoozia, galline sterminate

Epizoozia, galline sterminate

TG 20 di lunedì 20.11.2017

6000 galline da abbattere

6000 galline da abbattere

Il Quotidiano di lunedì 20.11.2017

Per saperne di più:

- Limitazioni nella zona di protezione

- Limitazioni nella zona di sorveglianza

- Informazioni per i detentori di pollame

Condividi