Il Quotidiano
di domenica 11.03.2018

50 anni davvero speciali

Il Quotidiano di domenica 11.03.2018

Special Olympics, fanno 50

Il movimento sportivo per persone con disabilità mentale o multiple a Lugano ha dato il via ai festeggiamenti nazionali

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Special Olympics compie 50 anni. Proprio per questa occasione, il movimento sportivo per persone con disabilità mentale o multiple (che conta milioni di atleti in tutto il mondo) ha organizzato, in Svizzera, una serie di eventi che culmineranno con i giochi nazionali di fine maggio a Ginevra. La prima di queste manifestazioni si è tenuta domenica a Lugano, dove nonostante la pioggia una settantina di atleti hanno corso nel segno dell'inclusione.

 

Il consigliere federale Ignazio Cassis, al termine, ha acceso la torcia olimpica che resterà accesa fino alla conclusione di tutti gli eventi previsti nella Confederazione per l'anniversario. Sarà portata nella capitale dove sarà raggiunta da tutte le altre provenienti dalle altre manifestazioni nazionali. La partenza della gara, che aveva lo scopo di raccogliere fondi, è stata annunciata dal consigliere di Stato Manuele Bertoli. "Il messaggio più importante è quello dell'inclusione, dove i 'normodotati' compiono attività insieme alle persone con disabilità mentale", ha detto Sladiana Pansera, coordinatrice per la Svizzera italiana (ascolta l'audio allegato).

"Lo sport è molto importante come strumento di inclusione, è uno di quei momenti dove ci si ritrova e si è uguali, non c'è più differenza". Roberto Traversa, uno degli atleti che ha corso domenica: "Mi è piaciuto tantissimo, qualsiasi sport, lo faccio con il cuore". Roberto aveva raccontato la sua storia in un servizio pubblicato qualche giorno fa (vedi correlati).

CSI/px

 
Condividi