Team ticinese ai World Games 2023

Rappresenteranno la Svizzera nel nuoto, nelle bocce, nel golf e nella vela. Gli atleti ticinesi con disabilità intellettiva si presentano

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Rappresenteranno la Svizzera nel nuoto, nelle bocce, nel golf e nella vela. Lo faranno su di un palcoscenico sportivo mondiale che vale un'olimpiade. Tra sport e inclusione, gli atleti ticinesi con disabilità intellettiva che a giugno gareggeranno a Berlino, si sono presentati a fianco dei loro allenatori. Vestiti dei colori rossocrociati, sono pronti alla prossima sfida.

Nel mese di giugno atleti e allenatori ticinesi si uniranno alla delegazione svizzera che, contemplando 106 persone, risulta essere una delle più numerose dirette in Germania. Un'occasione per andare oltre la disabilità.

A questo riguardo Aldo Doninelli, direttore sportivo Special Olympics Switzerland, commenta, intervistato ai microfoni RSI, l'importanza della partecipazione del team all'evento sportivo. "Nel mondo dello sport" infatti "la persona con disabilità ha diritto di essere presente, il diritto alla partecipazione e all’inclusione ma anche il riconoscimento sportivo di queste persone, per quello che riescono a fare".

Esserci a  Berlino è già un risultato frutto d'impegno e dedizione, ma nessuno nasconde le ambizioni. Perché si tratta di un evento che per molti potrebbe non più ripetersi. Gli atleti allora condividono aspirazioni e aspettive: "Cercare di vincere diverse medaglie", "vincere una coppa d'oro" ma anche il sempreverde "l'importane è divertirsi e partecipare".

E allora via di allenamenti, che cresceranno di intensità. Uno sforzo gestito con il supporto sempre prezioso di allenatori e famgiliari. L'obiettivo è che il sostegno arrivi da più parti. In tal senso, Doninelli ricorda infatti la necessità di "aprire le strutture sportive, le società, le federazioni e gli impianti sportivi anche alla partecipazione dei disabili".

Quotidiano/Red. MM
Condividi