Furbetto in manette... (Ti-Press)

Truffa da 600'000 franchi

Un 47enne avrebbe intascato due crediti Covid-19 garantiti dalla Confederazione e usato i soldi per scopi personali

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Un 47enne italiano residente nel Luganese è finito in manette per una sospetta truffa di oltre 600'000. L'uomo avrebbe fornito false informazioni per ottenere due crediti Covid-19 garantiti dalla Confederazione. I soldi sarebbero poi stati usati in particolare per fare fronte a spese personali.

L'arresto del sospetto è già stato confermato dal Giudice dei provvedimenti coercitivi. Le principali ipotesi di reato a carico del 47enne sono quelle di truffa, falsità in documenti, riciclaggio di denaro e amministrazione infedele.

Secondo un rapporto del Controllo federale delle finanze, sono in tutto un centinaio i casi di sospetta truffa sui crediti Covid a livello nazionale.

sf
Condividi