Da Milano ributtano la palla in campo ticinese
Da Milano ributtano la palla in campo ticinese (Tipress)

"Tutto condiviso da gennaio"

Regione Lombardia contesta la decisione del governo ticinese di sospendere il finanziamento alla Stabio-Arcisate

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

"Le dichiarazioni del Consiglio di  Stato del Canton Ticino non rispondono al vero", parola dell'assessore alle Infrastrutture di Regione Lombardia, Alessandro Sorte. Lo stesso aggiunge che  quanto deciso a Milano, per il Ticino, "non è un fulmine a ciel sereno", che questi colloqui vanno avanti dal settembre 2015. "Le modifiche al servizio ferroviario tra Varese e Malpensa rispetto a quanto previsto dall'Intesa del 25 novembre 2011, precisa, sono state infatti discusse e concordate in diversi incontri tecnici tra gennaio e giugno tra il Cantone e la Regione nei quali si è evidenziata l'opportunità di rendere più appetibili i collegamenti con Malpensa, distanziando le corse in maniera più efficiente". I funzionari lombardi spiegano che dal 1 giugno, dopo una serie di incontri bilaterali cominciati il 25 gennaio, si è condiviso di avviare sperimentalmente, a dicembre 2017 e con l'attivazione della linea Stabio-Arcisate il servizio fino a Varese. "Da giugno 2018 poi, scrivono, per andare a Malpensa da Bellinzona sarà solamente necessario cambiare a Mendrisio dove c'è la coincidenza".

Sorte prosegue dicendo che "la Regione, in fase di aggiornamento dell'accordo ha ritenuto di dover attualizzare le previsioni alla mutata situazione odierna. Anzichè portare a Malpensa un servizio che parte da Bellinzona, ha proposto di far arrivare nello scalo varesino la linea proveniente da Como per evitare l'inefficienza di avere due treni diretti da Varese a Malpensa a distanza da 5 minuti l'uno dall'altro. In alternativa ha proposto al Cantone di modificare i propri orari di 30 minuti così da rendere più efficiente il sistema. Il Cantone per ora non intende attuarla, ha concluso, pertanto ha accettato la soluzione proposta non mantenendo però l'impegno di cofinanziare il servizio su Malpensa come previsto dall'Intesa".

Lo stesso assessore regionale lombardo, a proposito della decisione ticinese di sospendere il finanziamento per il collegamenrto ferroviario tra Ticino e Lombardia, ha precisato che "con la prossima manovra di bilancio stanzieremo le risorse aggiuntive per svolgere i servizi ferroviari programmati, nonostante lo Stato abbia effettuato tagli ai trasferimenti. Garantiremo quindi i servizi di trasporto internazionale con risorse della Regione".

sdr

 
Condividi