Non ci sono picchi nei contagi
Non ci sono picchi nei contagi (tipress)

Un nuovo decesso nei Grigioni

In territorio retico i pazienti salgono da 12 a 17 - In Ticino 32 contagi nel fine settimane (39 il weekend scorso). Restano 7 persone in ospedale

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Una persona è morta di Covid-19 nelle ultime 24 ore nei Grigioni, è la 201ma nel cantone da inizio pandemia. E se le cifre dei contagi (17, uno in più della vigilia) restano contenute, aumentano le ospedalizzazioni.

 

Attualmente sono 14 in reparto (+5 dal giorno prima) e 3 in terapia intensiva, 2 delle quali sottoposte a respirazione artificiale.

 

L'evoluzione della pandemia in Ticino resta invece positiva sotto tutti gli aspetti. Nel fine settimana - quindi sull'arco di 72 ore - sono stati registrati 32 contagi a fronte dei 39 dello scorso weekend.

 

I pazienti ricoverati in ospedale, che erano 9 venerdì, sono scesi a 7 oggi (erano però 5 lunedì scorso). Uno solo di essi si trova in terapia intensiva, un dato stabile. Un'intera settimana con meno di una decina di letti occupati da malati di Covid-19 non si vedeva comunque da luglio.

 

Non sono stati segnalati nuovi decessi, l'ultimo è stato annunciato il 6 ottobre e il bilancio è quindi fermo a 1'007 morti.

 

Di questi, 385 erano residenti in una delle 68 case anziani del cantone, dove attualmente, tuttavia, nessuna persona risulta positiva.

Fino a venerdì, dove arrivano i dati forniti dall'Ufficio del medico cantonale, in Ticino erano state vaccinate completamente 226'904 persone, il 64,6 della popolazione.

Torna il weekend di vaccinazione per gli adolescenti

Il 23 e 24 ottobre 2021 ritorna il fine settimana dedicato ai giovani con un’età compresa tra i 12 e i 15 anni con la possibilità di vaccinarsi vicino a casa senza appuntamento ("walk-in"). Come avvenuto all’inizio di ottobre, verranno aperti i centri cantonali di vaccinazione di Mendrisio e Biasca (sabato 23 ottobre, rispettivamente dalle 13 alle 17 e dalle 9 alle 11), e di Tesserete e Ascona (domenica 24 ottobre, il primo dalle 13 alle 17, il secondo dalle 9 alle 11). I giovani che non avevano approfittato di questa offerta avranno la possibilità di ricevere la prima dose di vaccino. Per la seconda dovranno successivamente recarsi al Centro cantonale di Giubiasco. Finora sono 4'690 i giovani ticinesi con un’età compresa fra i 12 e i 15 anni (quindi più di un terzo del totale) che hanno già ricevuto almeno una dose di vaccino contro il coronavirus da quando è stata avviata la somministrazione per questa categoria di età, in agosto.

 

pon
Condividi