Se approvata, la ricerca coinvolgerà un migliaio di persone in Svizzera, 200 in Ticino (keystone)

Vaccini (forse) anche all'EOC

Lo studio per valutare l'efficacia del prodotto sviluppato dall'azienda statunitense Moderna potrebbe passare anche dal Ticino

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

L'EOC potrebbe essere uno dei sei ospedali svizzeri a testare il vaccino anti covid sviluppato dall'azienda americana Moderna. Per partire mancano però i fondi. Se paesi come gli Stati Uniti per la ricerca in questo campo hanno stanziato miliardi, la Svizzera al momento tentenna. L'Ufficio federale della sanità pubblica deve infatti decidere - ha promesso di farlo a giorni - se sbloccare o meno un credito di 8 milioni di franchi destinato proprio a questo studio, che in Ticino coinvolgerebbe un paio di centinaia di volontari, un migliaio a livello svizzero.

Lo studio del vaccino messo a punto dall'azienda statunitense è uno di quelli più avanzati al mondo. In gergo medico si dice che è entrato nella terza fase di sviluppo e sono più o meno sei gli studi arrivati a questo livello. L'EOC - nel caso venissero sbloccati i fondi - proverà a sperimentare questo tipo di vaccino dell'azienda Moderna.

"La coordinazione di questo studio è nelle mani di un istituto basilese che si è già attivato con i grossi centri universitari e medici, tra cui l'EOC", ha confermato ai microfoni della RSI il professore Alessandro Ceschi, direttore dell'istituto di scienze farmacologiche della Svizzera italiana. "C'è bisogno di creare una rete di centri di ricerca clinica che possano arruolare volontari e testare il vaccino nell'ambito di questo studio".

CSI/Bleff
Condividi