Verso il futuro (©Ti-Press)

Verso il LAC 2020-24

Il Municipio di Lugano ha licenziato il messaggio per il nuovo mandato di prestazione dell'ente autonomo Lugano arte e cultura

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Il Municipio di Lugano ha licenziato giovedì il messaggio per il nuovo mandato di prestazione del LAC, per il periodo 2020,2024. In futuro, si cercherà soprattutto di consolidare i risultati ottenuti fino ad oggi, hanno sottolineato le autorità cittadine, nel corso di una conferenza stampa.

In particolare, il nuovo contratto prevede la trasformazione dell’ente autonomo Lugano arte e cultura, da “luogo di ospitalità” a “centro impegnato direttamente nella definizione dell’offerta culturale e nella produzione artistica”.

Nel prossimo quadriennio, quindi, il nuovo accordo consentirà alla struttura di disporre di contenuti culturali propri e di produrre o di cooprodurre “nell’ambito delle arti sceniche”. Per poter raggiungere i risultati sperati, è prevista anche una maggiore capacità di autofinanziamento dell’ente, che porterà la proporzione, tra contributi pubblici e autofinanziamenti al 50%. Così come auspicato all’avvio del progetto LAC, ricorda l’Esecutivo. Sulla questione, ora, dovrà esprimersi il Legislativo comunale.

Il LAC si autofinanzia

Il LAC si autofinanzia

Il Quotidiano di giovedì 18.04.2019

 
Condividi