Cattaneo: "Licenziateli voi i frontalieri"

Il presidente del PLRT al Congresso di Lugano attacca polemicamente la Lega dei Ticinesi che chiede di diminuire il numero di lavoratori stranieri - FOTO

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Orgoglio e contrattacco. Sarà per la sfilata dei vessilli storici del partito, sarà per il Conza gremito ma al congresso liberale radicale di metà Legislatura è andato in scena il "PLR pride": attaccando ogni incoerenza leghista e rimproverando al Movimento di via Monte Boglia l'incapacità di guidare un Governo che fatica e manca di incisività.

Rocco Cattaneo Show

"In questo Consiglio di Stato a maggioranza leghista solo Laura Sadis lavora, e forse un po' Beltraminelli, ma per il resto prevalgono i dipartimentalismi" ha tuonato Rocco Cattaneo a un anno dalla sua investitura."Obiettivo della Lega erano di non andare oltre i 35'000 frontalieri?!?" ha chiesto ironicamente il presidente PLR invitando poi provocatoriamente gli imprenditori leghisti ad allontanare i frontalieri ed assumere i ticinesi". Alptransit, scuola, mercato del lavoro, ambiente, infrastrutture - ha detto Cattaneo - sono le nostre priorità d'azione annunciando che per la prossima primavera sarà pronto il programma elettorale.

La cicala Laura

"Il nostro obiettivo non è piacere, ma convincere della bontà dei nostri progetti e delle nostre idee", ha rincarato la consigliera di Stato Laura Sadis puntando sulla concretezza. "In una realtà piena di cicale della politica che picchiano i pugni sul tavolo, io preferisco il lavoro della formica", ha aggiunto dopo aver distribuito al congresso un documento di 16 pagine a mo' di bilancio di metà di Legislatura.

Vitta "Lega incoerente"

Ha difeso l'operato del gruppo parlamentare, specie su scuola e nelle commissioni, il capo-gruppo Christian Vitta che non ha lesinato stoccate al PPD per il voler dilazionare la riduzione dei sussidiati di cassa malati ("Quando c'è una misura strutturale siamo alle solite...") ed accusato la Lega di fare solo "fracasso" e di "inginocchiarsi alla Lega Nord" senza risolvere problemi come la Stabio-Arcisate.

Saluto a Pelli

Ma il Congresso di Lugano è stata pure l'occasione per salutare e ringraziare Fulvio Pelli che la prossima primavera lascerà le Camere federali. All'ex presidente PLR è stata regalata una magnum di champagne millesimato del 1995, l'anno della sua elezione a Berna.

m.h.


Il commento

"Siamo così tanti che l'anno prossimo ci troveremo a Cornaredo", è stato detto. "O a Bellinzona", ha aggiunto il capogruppo in Gran Consiglio Christian Vitta. "Sì, alla Bellarena", ha replicato con una battuta Matteo Pelli, animatore della giornata.

Condividi