("Monsieur Pigeon" still, Antonio Prata)

Salut, "Monsieur Pigeon"

Il nuovo documentario del regista Antonio Prata presentato in anteprima mondiale alle Giornate cinematografiche di Soletta 2020

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Giuseppe ha smesso di comunicare con le altre persone da diverso tempo: della gente non si fida più. Da anni dedica tempo, energie e le sue poche risorse alla cura dei piccioni che popolano il centro cittadino di Parigi. Nel quartiere di Beaubourg, dove si trova il Centre Pompidou, Giuseppe è infatti una presenza fissa. Ogni mattina esce dal furgone - dove vive da diversi anni - per prendersi cura di questi uccelli poco tollerati da cittadini e amministrazione municipale.

Con rispetto e pazienza, il regista Antonio Prata ha dedicato a Giuseppe un medio metraggio delicato dove, in una Parigi che proprio in quei giorni subiva gli attacchi terroristici che hanno colpito anche la sala concerti Bataclan, scopriamo un individuo che, malgrado il carattere schivo e riservato, ha preservato l'umanità che stiamo lentamente perdendo. Qualcuno che resiste alla frenesia e all’egoismo di oggi.

Il film si intitola “Monsieur Pigeon”, è una produzione AMKA Films (coproduzione RSI) ed è stato presentato in anteprima assoluta alle 55esime Giornate cinematografiche di Soletta.

Chiara Fanetti
Condividi