Spike Lee, tra rabbia e ironia

Un poliziotto nero si infiltra nel Ku Klux Klan: è la trama di "Blackkklansman", presentato a Cannes

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Un poliziotto nero che si infiltra nel Ku Klux Klan fino a diventarne un capo locale: è la trama di Blackkklansman, l'ultimo film di Spike Lee presentato lunedì al Festival di Cannes. Una pellicola che ha ricevuto l'approvazione della ciritica. Il regista di "Fa la cosa giusta" (1992), "Malcolm X" (1992) ritrova la sua verve raccontando la vera storia di Ron Stallworth che nel 1978 a Colorado Springs si prestò a questa folle iniziativa di intelligence.

 

È una pellicola militante, in linea con le produzioni del regista di Atlanta, con molti riferimenti all'attualità, non da ultimo gli eventi avvenuti a Charlottesville lo scorso 12 agosto, dove durante una marcia dei suprematisti bianchi sono morte 3 persone e 19 sono rimaste ferite.

Un'apparizione speciale nel film: Alec Baldwin nei panni di un senatore razzista, sebbene l'attore sia famoso per le sue recenti parodie di Donald Trump nel famoso Saturday Night Live Show.

Bleff

Cannes, "Chris the Swiss"

Cannes, "Chris the Swiss"

TG 20 di martedì 15.05.2018

Condividi