Un'immagine tratta dal film
Un'immagine tratta dal film

Un premio alla speranza

"Fuocoammare" ha vinto la Berlinale grazie alla pregnanza della storia e alla bellezza delle immagini - Il commento

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Va alla speranza di chi si mette in viaggio scommettendo la vita per averne una migliore, l’Orso d’oro di questa 66esima Berlinale con Fuocoammare dell’italiano Gianfranco Rosi.

Il documentario ambientato a Lampedusa ha conquistato la giuria presieduta da Meryl Streep tanto per la pregnanza della storia, che racconta di chi attraversa il mare per emigrare dalla guerra e dalla povertà estrema, quanto per la bellezza delle immagini. E ha rapito il pubblico del festival (e chi scrive) per la sensibilità nel raccontare le vicende degli abitanti di Lampedusa senza facili sentimentalismi. Seguendo le vicende del ragazzino protagonista intorno al quale vediamo svolgersi le tragedie dei migranti, si viene a contatto con la realtà di chi soccorre, aiuta e cura la gente che viene dal mare a bordo di improbabili imbarcazioni.

Il Gran premio della giuria all’altro favorito in concorso: Morte a Sarajevo di Danis Tanovic che parla della storia e del presente della capitale della Bosnia Erzegovina nel giorno del centenario dello scoppio della prima guerra mondiale. Un racconto labirintico, derivato dalla pièce di Bernard Henry-Lévy, frammentato in vari filoni narrativi che seguono i personaggi, rendendo efficacemente la complessità di un Paese diviso fra anime diverse. 

E Alfred Bauer Prize al film che più ha fatto parlare di sé per la sua enciclopedica durata: A Lullaby to the Sorrowful Mystery di Lav Diaz che, alla consegna dell’Orso, ha definito scherzosamente il suo film di 485 minuti “un cortometraggio”, forse paragonandolo alle sue opere di 9 e 11 ore. Un terzo premio altrettanto meritato perché, nel raccontare la rivoluzione filippina contro gli spagnoli (1896-1898), Diaz riesce a descrivere la potenza di un popolo e la bellezza della natura del suo Paese.

Tre Orsi davvero meritati.

Francesca Felletti

La diretta da Berlino

La diretta da Berlino

TG di sabato 20.02.2016

Berlinale, il palmarès

Berlinale, il palmarès

TG di sabato 20.02.2016

Condividi