Impronte di storia

Anche gli animali hanno lasciato la loro firma su Santa Maria del Fiore a Firenze. Trovate centinaia di tracce sulle tegole del celebre monumento

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Sono un’istantanea del tempo, una clessidra che racconta un simpatico retroscena. Su diverse tegole di Santa Maria del Fiore sono immortalate impronte di gatti, cani, volpi. Gli animali, sia selvatici che da cortile, hanno messo a segno il loro disegno da maestri ad inizio ‘400, quando le tegole erano state messe ad essiccare ad Impruneta, prima del trasferimento a Firenze. Per loro nessuna ansia da prestazione, nessun timore del giudizio dell’illustrissimo Brunelleschi. Sapevano il fatto loro e di avere una zampa artistica.

A trovare questo “zoo segreto” risalente a secoli fa un gruppo di esperti, occupato in questo periodo in lavori di manutenzione delle tegole in terracotta della chiesa. I ritrovamenti saranno oggetto di studio e approfondimenti e non visitabili dal pubblico.

A.I.
Condividi