La transumanza nell'UNESCO

La tradizionale pratica pastorale di migrazione stagionale è stata iscritta nel patrimonio culturale immateriale dell'umanità

La transumanza mercoledì è stata riconosciuta dall'UNESCO come un bene culturale di importanza mondiale. La decisione è stata adottata all'umanità dal comitato intergovernativo tra il 9 e il 14 dicembre è riunito a Bogotà in Colombia per esaminare le diverse candidature da inserire nella lista del Patrimonio immateriale dell'umanità.

 

La candidatura è stata presentata nel 2017 da Italia, Grecia e Austria per tutelare la tradizionale pratica pastorale di migrazione stagionale del bestiame lungo i tratturi e verso condizioni climatiche migliori ancora molto diffusa in diversi paesi mediterranei e alpini.

Tra i 42 dossier in esame in questi giorni vi sono anche due dossier presentati dalla Svizzera. Uno riguarda la candidatura dell'alpinismo avanzata congiuntamente con Francia e Italia che è stata approvata mercoledì. La seconda riguarda invece le Processioni della Settimana Santa di Mendrisio.

ANSA/Nad
Condividi