La CrewDragon pronta a partire

La navicella spaziale della SpaceX alla prova del primo decollo verso la ISS dal 2011 raggiungibile solo dalla Soyuz russa

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Gli Stati Uniti non hanno una navetta per la Stazione Spaziale Internazionale dal 2011, anno in cui hanno rottamato il loro storico Space Shuttle. Da allora, gli astronauti statunitensi vengono trasportati verso l’ISS dai russi, tramite la Soyuz per la “modica” somma di 76milioni di dollari a testa.

Presto però le cose cambieranno. Nel 2014, la NASA ha affidato la progettazione di capsule spaziali alla SpaceX e a Boing e, se tutto andrà bene, tra qualche mese la CrewDragon di Elon Musk potrà trasportare non solo rifornimenti, ma anche persone.

Sabato mattina, ci sarà il primo test. Il lancio potrà essere seguito in diretta sul sito dell’Agenzia spaziale statunitense a partire dalle 08:00 (ora svizzera). La missione, battezzata Demo-1, sarà lanciata a bordo di un razzo Falcon 9. La partenza (meteo permettendo) avverrà alle 08:49 dal Kennedy Space Center di Cape Canaveral, in Florida.

NC/ATS
Condividi