Tanti rifiuti sopra le nostre teste
Tanti rifiuti sopra le nostre teste (keystone)

Svizzero il primo spazzino spaziale

L’Agenzia spaziale europea ha firmato un contratto milionario con la startup Clearspace per la prima missione del genere

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

L’Agenzia spaziale europea (ESA) ha firmato un contratto con la start-up svizzera ClearSpace per la prima missione al mondo di pulizia di detriti spaziali, che dovrebbe iniziare nel 2025.

Avrà lo scopo di recuperare una parte della fusoliera Vega, dal peso di 112 chili e che vaga nell’orbita dal 2013, a 800 chilometri dalla Terra. In totale saranno messi a disposizione 100 milioni di euro, 86 da parte dell’ESA, che precisa che mai prima aveva affidato una missione di questa portata a una piccola start-up.

 

ClearSpace nasce al Politecnico federale di Losanna e può contare sugli aiuti finanziari di otto paesi. La missione prevede la costruzione di un satellite spazzino di 500 chili che catturerà il maxirifiuto. Entrambi verranno disintegrati nell’atmosfera. Clearspace è stata scelta fra 12 candidati.

Sono 42'000 i rifiuti spaziali di 10 o più centimetri di diametro che girano attorno alla Terra, costituendo una minaccia per satelliti ancora operativi.

ATS/AlesS
Condividi