Baby dugongo uccisa dalla plastica

L'esemplare, simile a un lamantino, aveva nello stomaco dei rifiuti che gli hanno provocato un'infezione

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Era diventata una vera star. Le immagini di Mariam, una cucciola di dugongo, che abbracciava i biologi marini avevano fatto il giro del mondo. Era stata salvata e veniva nutrita con un biberon nelle acque del sud della Thailandia. Venerdì sera però la cucciola di otto mesi è morta a causa di un'infezione aggravata dai rifiuti di plastica trovati nel suo stomaco.

Mariam, il cui nome nella lingua locale significa "signora del mare" era stata trovata a maggio sulla spiaggia di Krabi - nella costa ovest della Thailandia - in evidente difficoltà. Era orfana, ferita e visibilmente ammalata. I mesi in cui è stata curata in un Parco Marino della provincia di Trang, sono stati documentati con foto e video in diretta che hanno permesso di far conoscere il cucciolo di dugongo a tutto il mondo.

Dopo l'annuncio della sua morte, sono infatti migliaia le persone intervenute sui social per esprimere la loro tristezza. Mariam era uno dei 250 dugongo che vivono lungo la costa della Thailandia e che sono a rischio di estinzione.

APe/EBU
Condividi