Gli anfibi sono tornati a migrare

Rospi, rane e tritoni si sono rimessi in marcia verso i loro luoghi di riproduzione e i volontari son tornati al loro fianco

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Migliaia di anfibi, come da sempre a fine dell'inverno, hanno iniziato in questi giorni a spostarsi verso gli stagni. Una migrazione molto pericolosa per gli animali a causa delle molte strade che devono attraversare per raggiungere i luoghi di riproduzione di rane, rospi e tritoni. Anche quest’anno perciò la Protezione svizzera degli animali ha lanciato la sua campagna di sensibilizzazione, per invitare gli automobilisti alla massima prudenza.

La situazione è particolarmente pericolosa per i rospi comuni, viene spiegato in un comunicato, poiché intere popolazioni si spostano simultaneamente. Per permettere un passaggio sicuro agli animali, ogni anno volontari erigono delle apposite recinzioni, in modo da "intrappolare" gli anfibi e trasportarli oltre la strada trafficata. Gli automobilisti devono quindi guidare con estrema prudenza - in particolare di notte e vicino all'acqua - per la sicurezza non solo degli animali, ma anche dei volontari al lavoro.

ciri
Condividi