Un esemplare della testuggine d'acqua
Un esemplare della testuggine d'acqua (keystone)

Una casa per le testuggini

Mendrisio intende rinaturare lo stagno della Colombera per creare un habitat ideale per le tartarughe nostrane

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Gli interventi naturalistici di valorizzazione del comparto umido della Colombera a Genestrerio sono in corso di pubblicazione all’albo comunale di Mendrisio. Prossimamente anche Stabio dovrebbe fare altrettanto. I lavori, che potranno essere eseguiti con interventi della durata di circa un mese e con un investimento di circa 10'000 franchi, intendono rimediare ad alcune problematiche che interessano lo stagno Colombera, l'omonima palude e il riale Prella.

La zona della Colombera a Genestrerio
La zona della Colombera a Genestrerio (www.mendrisio.ch)

L’obiettivo è quello, principalmente, di creare un ambiente favorevole per la testuggine d'acqua, una specie protetta e in via d'estinzione che vive in quei luoghi insieme a molte altri animali.

La Svizzera ospita una sola specie di tartaruga indigena: la testuggine palustre europea (Emys orbicularis). Da diversi decenni si constata un continuo declino delle sue popolazioni per motivi diversi.  La Strategia del Ticino per lo studio e la protezione di anfibi e rettili ha inserito la tutela della testuggine come prioritaria. La Colombera potrà quindi diventare un habitat ideale per questa specie autoctona sull’esempio di quanto avviene al Parco delle Isole di Brissago.

Swing

Per saperne di più clicca qui

Condividi