(iStock )

Dalla schiavitù alla sua abolizione: storia di una rivoluzione

di Roberto Antonini

Alcune date, sparse nella nascita della modernità, segnano la presa di coscienza dell’aberrazione che costituiva la schiavitù: il 1688 quando i quaccheri americani la condannano senza mezzi termini, il 1794 anno in cui la Rivoluzione Francese la vieta o il 2007, anno della tardiva messa al bando in Mauritania. L'abolizionismo è un processo lungo e travagliato che riporta la dignità umana al centro dei valori. Diventa una vera e propria rivoluzione delle mentalità nel momento di massima espansione della tratta dei neri verso le Americhe. Con uno dei massimi esperti mondiali di schiavitù, il professor Olivier Grenouilleau, autore di opere di riferimento come "Les traites négrières. Essai d’histoire globale" o "La révolution abolitionniste"  "Laser" parte proprio dall’emancipazione per raccontarci l’evoluzione storica di una violazione planetaria dei diritti delle persone: la tratta degli schiavi non contrassegnò solo la storia dell’Occidente, ma pure e per una durata più lunga quella del mondo musulmano nonché di diversi regni africani. Senza dimenticare che la schiavitù caratterizzò l’antichità classica di grandi civiltà come quella greco-romana.

Libri presenti nel catalogo del Sistema bibliotecario ticinese (Sbt) 

Pétré-Grenouilleau, Olivier. La tratta degli schiavi : saggio di storia globale. Il Mulino, 2010

Pétré-Grenouilleau, Olivier. La révolution abolitionniste.  Gallimard, 2017 (disponibile in Sbt tramite prestito interbibliotecario)

Altri testi sulla schiavitù in Sbt

Ora in onda Notiziario In onda dalle 16:30
Brani Brani in onda 2. Lento - Allegro molto - Cellokonzert e-Moll op. 85 - Simon Rattle; DIR / The London Symphony Orchestra; ENS / Sheku Kanneh-Mason; SOL Ore 14:20