(iStock )

COVID – dare un senso alla crisi

di Emanuela Burgazzoli

Per il filosofo francese Edgar Morin la società contemporanea ha bisogno di ripartire sulla base di un umanesimo rigenerato e planetario. A due anni dallo scoppio della pandemia provocato dal nuovo coronavirus l’impatto sulla società civile comincia a delinearsi in tutta la sua complessità. La crisi sanitaria ha accentuato le disparità socioeconomiche, evidenziando le fragilità di una società iperconnessa e basata su un modello di sviluppo di capitalismo neoliberista. Ha rimesso in discussione priorità, categorie, norme e ruoli consolidati. Come riorientarsi e come dare un senso alla crisi che ha aperto nuovi fronti nella società civile, aprendo il dibattito su libertà individuali e responsabilità collettiva. Le scienze sociali e la cultura quale ruolo hanno avuto e hanno in questa crisi? Possono fornire strumenti per riorientarci in una società post-Covid in cui abbiamo bisogno di ritrovare la capacità di dialogare e di ricostruire la fiducia? A “Moby Dick” se ne parla con due ospiti, il sociologo Sandro Cattacin e la co-presidente di T-punto Professioni dello spettacolo Svizzera Cristina Galbiati.

Ora in onda Prima fila - fino alle 22.35 In onda dalle 20:00
Brani Brani in onda Shuffle Set - The Magpies Ore 19:57